Non le potrai mai vedere.
Si avvicinano solo ai bambini, di notte, nelle loro culle, per portar loro la buona sorte.
Jana, come Diana, dea della Luna. Non le potrai mai vedere... ma se di notte, mentre dormi, ti senti chiamare tre volte, ti porteranno a vedere i loro immensi tesori e se tenterai di toccarli
...tutto si trasformerà in polvere.
Sono le Janas, piccole fate della leggenda sarda e se chiudi gli occhi, nelle notti senza luna, sentirai il loro canto melodioso mentre costruiscono magici gioielli in filigrana d'oro.



Immagini delle Domus de Janas
Vivono sottoterra, nelle loro dimore scavate con le unghie d'acciaio.
Sono minuscole, non più alte di un palmo di mano.
Bellissime, avvolte nei loro mantelli rosso porpora.
Escono solo dopo la mezzanotte, affinchè i raggi del sole non rovinino la loro candida pelle.
Sono le Janas, piccole fate della leggenda sarda.
Nelle Domus de Janas, le loro grotte minuscole, tessono il lino e cuciono le stoffe impreziosite con magici ricami di filigrana, due sottilissimi fili d'oro intrecciati, con i quali le Janas costruiscono i loro gioielli. E mentre tessono ed intrecciano la filigrana, il loro canto melodioso si spande nella notte.
Custodiscono immensi tesori d'oro, perle e diamanti.

Domus de Janas

Domus de Janas
Foto 1 Foto 2 Foto 3 Foto 4 Foto 5 Foto 6 Foto 7 Foto 8 Foto 9 Foto 10 Foto 11 Foto 12 Foto 13 Foto 14 Foto 15 Foto 16 Foto 17 Foto 18 Foto 19